Cagnolina abbandonata salva turista da tentato stupro. Lei riparte, ma torna indietro e decide di adottarla

 

Ci si salva solo insieme, si sa. E vale anche in versione 6 zampe. Lo dimostra la storia di Pepper e Georgia, ormai inseparabili da quando si sono incontrate, nel 2015, sulle spiagge di Creta. Vagava per lì la cagnolina Pepper, cane di tutti e di nessuno come altri ‘colleghi’ a quattro zampe isolani, quando qualcosa attirò la sua attenzione. Era una ragazza in difficoltà. Georgia Bradley, turista inglese di 25 anni, passeggiava lungo la battigia in attesa che il fidanzato tornasse con una bibita fresca quando aveva incontrato due energumeni che avevano preso a molestarla.

 

La ragazza era in preda allo spavento, i due stavano per afferrarla quando un gran abbaiare e un minaccioso digrignar di zanne li distolse mettendoli in fuga. La cagnolina era accorsa e aveva salvato la ragazza, che a quel punto tornò in albergo tra le braccia sicure del fidanzato. La quattro zampe nera, pelliccia arruffata, aveva ripreso la sua vita di tutti e di nessuno.

 

 

Lasera Georgia e il suo ragazzo la incontravano per le vie della città, in cerca di un boccone e una carezza: “Cercava di attirare l’attenzione di noi turisti – raccontò poi la studentessa della Plymouth University al quotidiano britannico Telegraph – ma era spaventata e non si lasciava prendere. Tentai di farla accogliere dal rifugio locale ma senza successo. Alla fine dovevo rientrare a casa. Mentre ci recavamo in aeroporto, lei correva dietro alla nostra auto… è stato un colpo al cuore, tanto che nei giorni seguenti non riuscivo a smettere di pensare a lei”.

Il richiamo dell’amore a volte è irresistibile. Georgia non ce la fa più: riparte destinazione Creta, ritrova la sua cagnolina nera, la chiama Pepper e avvia tutte le procedure per adottarla e portarla via con sé in Cornovaglia. Si sono salvate a vicenda, adesso sono inseparabili. Le foto insieme sui profili social della ragazza sono un trionfo di gratitudine e amicizia.